060608


Palazzo dei Congressi

Tipologia: Edifici

Indirizzo

Indirizzo: Piazza John Kennedy, 1
Zona: Quartiere Europa EUR (Roma sud)
Inserire l'indirizzo di partenza

Contatti

Telefono: 39 06 54513705
Telefono: 39 06 54513800

Orario

Aperto in occasione di manifestazioni.

Visite guidate su prenotazione on line: p.pederiva@romaeur.it

Eventi in programma

Roma Travel Show (Manifestazioni) da 31/01/20 a 02/02/20

Descrizione

Uno dei progetti di maggior interesse del quartiere ideato per ospitare l’Esposizione Universale di Roma del 1942.
L’inizio della seconda guerra mondiale impedì però lo svolgimento dell’esposizione e ritardò la realizzazione di molte opere previste. Basti pensare che il progetto del Palazzo, risalente al 1938, fu completato solo nel 1954. 
Il  suo autore, l’architetto Adalberto Libera, volle conferire un aspetto nobile ed elegante alla sua opera, facendo convivere linee moderne con un generale gusto classico: l’acutezza delle soluzioni architettoniche, la pulizia delle forme e la cura del dettaglio fanno oggi del Palazzo dei Congressi un esempio rilevante di architettura razionalista. È giusto considerare il Palazzo come un vero e proprio monumento in grado di confrontarsi con la storia; per dare un’idea della sua imponenza, si può ricordare che il solo Salone dei Ricevimenti è un vano cubico di ben 38 metri di lato, un’area in grado di contenere l’intero Pantheon.
Altri spazi di grande interesse sono la Sala dei Congressi, oggi Aula Magna (ristrutturata in tempi recenti dall’architetto Paolo Portoghesi), una spettacolare Terrazza con giardini pensili ed un Teatro all’aperto, tutte opere dello stesso Libera destinate alle manifestazioni.
Il Palazzo dei Congressi arricchisce i suoi spazi con opere d’arte di grande rilievo, appartenenti a importanti artisti italiani del 900. Nella parete di fondo dell’atrio Kennedy, ad esempio, si può ammirare un affresco di Achille Funi del 1953, raffigurante diverse scene sulle origini di Roma; nell’atrio Arte, invece, è posto un pannello policromo di straordinaria bellezza, realizzato nel 1953 da Gino Severini, figura di primo piano del Futurismo, in occasione della Mostra Internazionale della Confagricoltura. Inoltre, non vanno dimenticati due magnifici mosaici di Angelo Canevari, realizzati nel 1940, presenti nel locale bar-ristoro.

Questa scheda (All'interno di) comprende

Cultura e svago › Luoghi e utilità per lo spettacolo › Spazi polifunzionali

Vedi anche

Accoglienza › Servizi › Sedi congressuali e fieristiche
Data di ultima verifica: 19/11/14 14:18
©2007 - Roma Versione classica