060608


Acquedotto di Nerone

Tipologia: Monumenti

Indirizzo

Indirizzo: Via Statilia
Zona: Rione Esquilino (Termini-Via Nazionale) (Roma centro)
Inserire l'indirizzo di partenza

Eventi in programma

Descrizione

L'acquedotto fu fatto costruire da Nerone (54 – 68 d.C.) per fornire l’Acqua Claudia alla Domus Aurea, la sua ricchissima residenza imperiale. Resti dell'acquedotto Neroniano sono ancora oggi visibili lungo la via Statilia, lungo la via di S. Stefano Rotondo che va da piazza S. Giovanni in Laterano fino a via della Navicella. In via dei SS. Giovanni e Paolo si può notare che i resti dell’acquedotto poggiano e vengono inglobati nell'Arco di Dolabella. L'acquedotto fu prolungato da Domiziano per portare le acque fino alla nuova residenza imperiale sul Palatino e subì un restauro sotto Settimio Severo: le arcate che si conservano in via Statilia sono riferibili ad un rifacimento di epoca Severiana (201 d.C.).

Data di ultima verifica: 08/02/19 13:35
©2007 - Roma Versione classica